Cool
Vai ai contenuti
Collane > Napayshni

Nessun commento

Credo che il primo passo per entrare in comunicazione con i cristalli sia quello di chiederci il perché la loro azione tende a riequilibrare ciò che non lo è, e su che tipo di fisiologia sottile decorre la loro energia per comunicare con noi.
Investigando mi sono imbattuto negli studi sui cristalli d’acqua di Masaru Emoto.
I suoi studi mi hanno illuminato, e grazie a lui ho potuto avvicinarmi, con più chiarezza, alle dinamiche che regolano tali meccanismi.
Perché allora evitare di far luce sulla capacità di rispondenza dei cristalli all'energia del pensiero umano? Abbiamo una rispondenza energetica da parte dei cristalli se contattati mentalmente, anche se non sono presenti fisicamente accanto a noi.
Gli elementi chimici che ne costituiscono la forma hanno una valenza terapeutica?
Perché l’ordine geometrico dei cristalli è in grado di apportare ordine anche alle nostre vite? In questo quanta valenza ha la scienza della cimatica?
Tutti i sistemi cristallini da cui tutti i cristalli scaturiscono derivano dalle geometrie dei cinque solidi Platonici. Tutti i solidi Platonici a loro volta derivano dall’energia del Frutto della Vita e del Cubo di Metatron, gli schemi base della creazione dell’esistenza.
Ritengo inoltre che per capire ulteriormente tali dinamiche, occorra lasciare ulteriore spazio a possibilità ipoteticamente intrinseche al cristallo, sicuramente opinabili, ma senza alcun dubbio degne di una loro indagine.

Torna ai contenuti