Cool
Vai ai contenuti
Collane > Tala 5
Angelo Ferrari è un tranquillo pensionato, ha insengnato storia e letteratura ed è vedovo da svariati anni, vive con una vivace gattina nera che sovente si allontana da casa. In una gelida e ventosa sera di gennaio, gli appare in sogno una misteriosa fanciulla. Una sorta di provocante visione onirica e frutto, forse, delle sue stesse paure, dei suoi dubbi e di quei tanti nodi della sua anima che la vita intera non ha saputo sciogliere. Nasce tra i due una conversazione spontanea e fluida, ricca di scambi di pareri, riflessioni e considerazioni riguardanti i temi fondamentali dell'esistenza, talvolta i toni si fanno accesi per poi spegnersi in silenziose pause. Nel dialogare l'anziano professore ripercorre in particolare un periodo significativo ed intenso del suo passato: il ricordo di un amore non corrisposto per una collega, la fascinosa e spietata Vittoria, insegnante di informatica. Egli rammenta parole e contesti con nitida lucidà e l'ospite inatteso, la sconosciuta comparsa dal nulla, commenta gli eventi infelici in modo del tutto singolare; inoltre, sdrammatizzando il racconto, alternando un freddo sarcasmo ad una solare ironia, fa in modo che quell'animo romantico
riesca ad esternarsi del tutto.
Giovanelli Edizioni P.IVA 02919661203 (BO)
Torna ai contenuti