Cool
Vai ai contenuti
Collane > Tala 3
Il racconto dal titolo “L’odore del pelo bagnato” nasce dal bisogno di raccontare il profondo legame fra una donna e un cane, attraverso le sensazioni che, anche a distanza di anni, suscita il ricordo di un pelo caldo e soffice in cui affondare la testa. L’incontro con un uomo e il suo cane, la scoperta di una possibile felicità, la speranza presto delusa di un futuro insieme sono le vicende vissute dalla protagonista. Scopre, all’improvviso,  la provvisorietà e la fragilità delle relazioni d’amore fra gli umani, ma anche il forte legame che lega l’animo della protagonista, voce narrante, al ricordo dell’affetto e della complicità con un cane dagli occhi mielati e dal pelo che odora di buono. Il racconto termina con l’ipotesi di un ritorno, subito cancellata dalla brutta notizia della scomparsa: non ci può essere un ritorno fra umani che si sono amati e che poi si sono persi, solo fra umano e animale sarà possibile, un giorno, un ritorno in un luogo in cui poter tornare felici.
Giovanelli Edizioni P.IVA 02919661203 (BO)
Torna ai contenuti